Loading...

Latest

Tina Cipollari, svelato il motivo della sua assenza a Uomini e Donne: a rischio il matrimonio?

Il mistero dell’assenza di Tina Cipollari sembra aver trovato una risposta
Cattura

Se n’è parlato tanto negli ultimi giorni e la domanda è sempre stata la stessa: perché Tina Cipollari è assente da Uomini e Donne? La storica opinionista, che ha da poco festeggiato i vent’anni di attività nel programma targato Maria De Filippi, continua a preoccupare i propri fan. La sua mancanza dal dating show, infatti, non ha ancora trovato risposta e in molti si chiedono cosa effettivamente ci sia sotto. Tra chi ha minacciato di smettere di vedere la trasmissione e chi è preoccupato per la vamp di Canale 5, in questi giorni si è detto di tutto. Sembrerebbe, tuttavia, che sia finalmente arrivata una risposta. Ecco dunque cosa sarebbe accaduto a Tina Cipollari.

Tina Cipollari assente da Uomini e Donne: ecco il (presunto) motivo
Ammettiamolo, si avverte la mancanza dei continui battibecchi tra Tina Cipollari e Gemma Galgani a Uomini e Donne. Le due bionde, divenute celebri grazie alla trasmissione condotta da Maria De Filippi, sono ormai entrate a pieno titolo nella quotidianità di molti telespettatori. Tuttavia, da alcuni giorni a questa parte, ci siamo dovuti rassegnare a fare a meno delle loro discussioni. Questo a causa dell’assenza di Tina Cipollari. Sul web continuano a circolare voci sull’opinionista. Voci che, stando alle recenti dichiarazioni di un noto influencer, potrebbero finalmente mettere a tacere la questione.
Ultimamente, infatti, Amedeo Venza avrebbe infatti svelato, attraverso una Instagram Stories, il motivo dell’improvvisa “sparizione” di Tina Cipollari. Stando a quanto dichiarato dalla nota personalità del web, infatti, c’è un motivo ben preciso: “Sono diversi giorni che Tina è assente a Uomini e Donne, e stando ad alcune voci sembrerebbe che abbia contratto il Covid impedendole così di prendere parte al programma e costringendola a bloccare per il momento i preparativi del suo matrimonio!“- niente di confermato, soprattutto dalla diretta interessata, ma tuttavia ciò riuscirebbe a spiegare cosa sia successo e perché non sia stata presente nelle ultime registrazioni.

Akash Kumar, la frecciatina di Barbara d’Urso:”Ecco la differenza tra noi”

Akash Kumar ospite di Barbara D’Urso si scaglia contro tutte le persone l’hanno criticato la conduttrice interviene rimettendolo in riga. Ecco cosa gli ha detto.

Barbara-dUrso-e-Akash-Kumar-17-03-2021-leggilo.org--768x432
Akash Kumar da Barbara D’Urso
Dopo la sua prematura uscita dall’Isola dei Famosi, Akash Kumar arriva nel salotto domenicale di Barbara D’Urso. Il discussissimo modello di origini indiane ha scelto di presentarsi da Barbi per difendersi dalle tantissime accuse ricevute nelle scorse settimane. Accuse che il 29enne non sembra più riuscire a gestire diventando spesso aggressivo e intollerante. Prima tra tutte l’insinuazione che il suo colore di occhi sia frutto di un’operazione chirurgica. Alcuni testimoni infatti raccontano che Akash Kumar sarebbe sempre stato conosciuto nel suo paese di origine come il ragazzo con gli occhi neri. Secondo il chirurgo dei Vip Giacomo Urtis e molti altri, il modello si sarebbe recato in un paese dove questo tipo di operazione è permessa tipo il Marocco per rendere i suoi occhi scuri di un azzurro cristallino. La cosa incomprensibile e che insinua ancora di più il sospetto è che il 29enne al posto di mostrare alcune foto della sua infanzia e adolescenza che possano facilmente dimostrare la sua tesi preferisca far controllare in diretta alla D’Urso il suo passaporto per certificare di non essere mai stato in Marocco.
Come gli fa notare la conduttrice l’operazione può essere svolta in altri paesi oltre al Marocco e la prova del passaporto è decisamente inefficace. In realtà alcune settimane fa Akash aveva pubblicato e poi rimosso una foto di un bimbo indiano con gli occhi azzurrissimi, ma secondo alcune ricerche dei suoi followers sembra proprio che la foto sia presa dai motori di ricerca. Nel corso del suo confronto con Barbara, Akash si è poi scaldato in modo eccessivo rispondendo al collega e amico Alex Belli, presente in collegamento da casa sua.

 

Un atteggiamento un po’ troppo aggressivo che ha costretto la d’Urso a intervenire ma Akash si è giustificato affermando che anche lei essendo molto criticata dovrebbe capire la rabbia che la situazione scaturisce. “Anche tu sei parecchio criticata…”, ha sottolineato Kumar. Pronta la replica di Barbara: “Tu ti arrabbi, io rido! Questa è la differenza”. Una lezione di classe da Barbara D’Urso.

Fabrizio Corona choc, sangue per tutta casa, arriva l’ambulanza e la polizia: «Ne ho perso molto»

Fabrizio Corona choc, sangue per tutta casa, arriva l’ambulanza e la polizia: «Ne ho perso molto»

Fabrizio Corona vittima di autolesionismo dopo essere tornato ai domiciliari. Nelle ultime stories di Intagram si è mostrato ancora una volta con il volto ricoperto di sangue e una fascia attorno al braccio. Il personale medico è corso a casa sua per soccorrerlo. «Ho perso molto sangue», dice l’ex re dei paparazzi. «Adesso vado a curarmi, poi vado in carcere», spiega a qualcuno al telefono.

corona
Fabrizio Corona e il carcere
Fabrizio Corona è uscito dal carcere di Monza ed è tornato a casa, agli arresti domiciliari da pochi giorni. Il Tribunale di Sorveglianza di Milano l’11 marzo scorso aveva revocato, per una serie di violazioni delle prescrizioni, il differimento pena in detenzione domiciliare che era stato concesso nel dicembre 2019 a Corona per una patologia psichiatrica di cui soffre. Decisione che era stata duramente contestata sia dall’ex agente fotografico, che si era ferito ad un braccio, aveva rotto il vetro di un’ambulanza ed era finito in ospedale in psichiatria per oltre 10 giorni, sia dalla sua difesa.

Gassmann vuole denunciare i vicini perchè fanno festa? Allora denunci anche chi spaccia, dice Enrico Ruggeri

Enrico Ruggeri ha rilasciato un’intervista per “Il Corriere” a proposito delle polemiche che hanno investito Alessandro Gassmann a seguito della sua denuncia di un gruppo di ragazzi per assembramento illecito. Ecco che cosa ha detto.

 

Alessandro-Gassmann-Enrico-Ruggeri-testo
Alessandro Gassmann lo ha raccontato sui social: ha chiamato la Polizia per un assembramento e così Enrico Ruggeri ha commentato la notizia sui social (e con lui tantissimi altri). A distanza di qualche giorno il cantante è stato raggiunto da “Il Corriere” per un’intervista sull’argomento, durante la quale si è espresso nuovamente, chiarendo la propria opinione. Ecco che cosa ha detto.

Il caso Gassmann: l’attore attaccato sui social
La pandemia da Covid-19 ha cambiato le vite degli abitanti del mondo intero da più di un anno ormai e sta lentamente portando tutti all’esasperazione. É una sottile ed invisibile guerra di “tutti contro tutti” che tante volte si svolge anche a suon di dibattiti e denunce sui social, dove gli utenti spesso (nascondendosi dietro alla tastiera) si sentono liberi di dire tutto ciò che pensano, talvolta anche oltrepassando i limiti.
Così è successo ad Alessandro Gassman che qualche giorno fa ha raccontato su Twitter passo dopo passo una vicenda di cui è stato protagonista. Una festa di ragazzini in un appartamento del suo stesso condominio: che fare? Denunciare l’assembramento o girarsi dall’altra parte, facendo finta che non stia accadendo nulla? Questo è stato il dubbio di Gassmann che, dopo averlo espresso apertamente anche ai propri followers su Twitter, ha deciso infine di chiamare le Forze dell’Ordine. E da questo momento si è scatenata la polemica. In tantissimi gli utenti che lo hanno criticato e insultato, ma c’è anche chi è arrivato persino a minacciarlo, tanto da far ammettere l’attore di essere preoccupato per la moglie, molto spaventata.

 

Tra la marea di critiche ricevute c’è finito anche un commento di Enrico Ruggeri. Il cantante, subito dopo aver appreso la vicenda, ha scritto in un tweet riferito a Gassmann: “Grande attore e regista… con un po’ di nostalgia per i tempi andati della Germania Est…“.
Inutile dire che il suo commento ironico è stato preso come esempio e retwittato da moltissime persone che però si sono rivolti all’attore con toni molto duri. Proprio per questo Ruggeri a “Il Corriere” ha fatto un piccolo passo indietro, anche se riconfermando il proprio pensiero.

Enrico Ruggeri, le sue parole al Corriere su Alessandro Gassmann
“Ancora una volta, mi rendo conto che oggi su Twitter tutto diventa enorme. Se quella battuta l’avessi fatta ad Alessandro a cena insieme, ne avrebbe riso anche lui. Mi dispiace molto la contrapposizione e il malcostume di cui spesso sono stato vittima anche io“, spiega infatti il cantante, dispiaciuto di aver contribuito, anche se in modo indiretto, al diffondersi dell’odio contro Gassmann. In particolare, a Ruggeri non sono proprio andati giù gli attacchi personali che ha ricevuto Alessandro a seguito della vicenda. “Se non sei d’accordo con qualcuno lo attacchi sul privato, sul professionale. Mi hanno detto “hai una voce di m..” e altre cose del genere solo per esprimere il loro dissenso. Subito si delegittima la vita delle persone. Ho letto insulti su di lui, la sua famiglia, suo padre. Una cosa orribile. Alessandro è un grande attore e regista che ha un peso (il cognome) terribile da portare, ma lo porta egregiamente. Il suo film “Il premio” è bellissimo. Questa guerra di tutti contro tutti – che Hobbes aveva previsto secoli fa – è terribile“, e Twitter, e in generale i social, certo non aiutano in situazioni del genere, anzi, amplificano le parole a dismisura.

 

Certo è che Ruggeri comunque conferma la propria posizione, che considera esagerate certe chiusure messe in atto dal governo italiano per il contenimento del contagio da Coronavirus. “Non capisco perché in mezzo alla strada devo mettere la mascherina. Se entro in un negozio la metto, ma se sono all’aperto no. In un vicolo stretto con 50 persone la metto, sì“. Anche l’apertura dei ristoranti aperti a pranzo e chiusi a cena secondo il cantante sarebbe una regola incomprensibile.

Ruggeri alle pagine de “Il Corriere” ci ha tenuto a specificare che non è negazionista, anche se secondo lui un modo diverso di gestire la pandemia ci sarebbe potuto essere: “La narrazione è stata sbagliata“, spiega.
Come raccontato al giornale, però, le immagini dei mezzi militari a Bergamo che trasportano le bare o quelle degli ospedali pieni, arrivati al collasso, lo hanno fatto riflettere. Ma di paura non ne ha mai avuta. “Ho superato la paura della morte“, ha infatti affermato.
Ma quindi cosa farebbe Enrico Ruggeri in caso vedesse un assembramento illecito, come è successo per Alessandro Gassmann? A questa domanda il cantante non ha saputo rispondere. “Posso dire però che se lo faccio, lo farei sempre e per tutto. Se vedo uno che ruba una macchina, uno che picchia la fidanzata, se alla Stazione Centrale vedo tre tizi che si scambiano una bustina“.

“Tornatene in Sardegna a guardare il mare” dice Rita Dalla Chiesa a Michela Murgia

“Tornatene in Sardegna a guardare il mare” dice Rita Dalla Chiesa a Michela Murgia
Dalla-Chiesa-Murgia-testo

Ormai quello tra Michela Murgia e Rita Dalla Chiesa è uno scontro aperto: la conduttrice ha risposto alle parole della Murgia sul generale Francesco Paolo Figliuolo con una lettera aperta pubblicata su “ItaliaOggi”, e questa volta è andata sul personale. Ecco che cosa ha detto.

 

Non si placa e anzi continua a farsi sentire Rita Dalla Chiesa contro le parole pronunciate da Michela Murgia durante “DiMartedì” a proposito della scelta – tutta italiana – di mettere il militare Francesco Paolo Figliuolo a capo della gestione della campagna vaccinale anti Covid-19. Dopo i chiarimenti della Murgia, la Dalla Chiesa è nuovamente esplosa in un attacco tramite una lettera pubblicata sul quotidiano “ItaliaOggi”.

L’argomento è dei più delicati: la campagna vaccinale anti Covid che in Italia sta proseguendo a rilento e lasciando dietro a sé tante ingiustizie. Ad essere criticata da Michela Murgia, durante “DiMartedì” su La7, è stata la scelta di mettere alla gestione della campagna un militare, il generale Francesco Paolo Figliuolo.

 

Figliuolo, da inizio marzo di quest’anno, è infatti stato nominato commissario straordinario per l’attuazione e il coordinamento della campagna vaccinale e questa cosa proprio non è andata giù alla Murgia che, ospitata al programma di Giovanni Floris, ha voluto dire la sua. “A me spaventa un commissario che gira con la divisa. Non credo che la categoria bellica sia quella con cui si può responsabilizzare un Paese“, aveva affermato, e le sue dichiarazioni hanno aperto un mare di polemiche che si sono estese ai social.

La risposta su Instagram di Rita Dalla Chiesa
Tra le persone ad essere particolarmente colpite dalle parole di Michela Murgia c’è anche Rita Dalla Chiesa, che sui social aveva subito espresso il proprio disappunto per ciò che la scrittrice aveva affermato in televisione.
“Mi sono sentita colpita, ma non affondata. La Signora Michela Murgia è politicamente scorretta“, aveva scritto su Instagram. “Le fanno paura gli uomini in divisa? Non si sente sicura con loro? Le fanno venire in mente la dittatura? In un periodo in cui si sta facendo di tutto per portare il nostro Paese in sicurezza, posso solo commentare, da donna a donna, “STAI ZITTA”. Un consiglio, “signora” Murgia. Se mai avesse bisogno di aiuto, stia zitta… e si astenga dal chiamare le forze dell’ordine“.

Cattura
Il chiarimento di Michela Murgia su Facebook
Dopo le polemiche insorte a seguito delle sue parole, Michela Murgia aveva chiarito la propria posizione. “Nominare un militare a fare il commissario dell’emergenza Covid significa inserire la pandemia in una cornice semantica di “guerra”. – ha scritto – Io non condivido questo impianto metaforico, perché sottintende che il genere umano stia dichiarando guerra a un elemento di natura, cioè al sistema interagente di cui noi stessi facciamo parte“, aveva affermato la scrittrice nel post. “Quella della guerra è una narrazione falsa. Il virus non è un nemico a cui spezzeremo le reni, ma un organismo con cui dovremmo imparare a convivere ripensando i nostri comportamenti. Prima dismettiamo la retorica della trincea, prima acquisiamo quella del cambiamento“, aveva aggiunto.

La Murgia in particolar modo ci teneva a spiegare di non avere paura delle divise ma di una politica che “delega la gestione del proprio fallimento a chi indossa una divisa”. E così l’assistere ad un generale militare che si cala nelle vesti di un politico rende l’idea dell’entità della catastrofe istituzionale che l’Italia sta vivendo. “Per questo un generale a guida dell’emergenza non solo non mi rassicura, ma mi rivela che siamo sull’orlo del precipizio“, aveva scritto.

Rita Dalla Chiesa: l’ultimo attacco con affondo
La figlia del Generale Dalla Chiesa ha replicato. Questa volta non ci sono social di mezzo: la lettera di replica indirizzata alla scrittrice è stata affidata al quotidiano “ItaliaOggi”, che ne ha pubblicato il testo integrale. “Credo che Lei un militare non lo abbia mai incontrato e che l’idea di uniforme (non divisa) – Murgia, da «scrittrice» riformatrice del vocabolario quale dice di essere, dovrebbe sapere che divisa e uniforme non sono sinonimi – sia poco definita nella sua mente“, scrive Dalla Chiesa, iniziando la lettera con toni accesi che già fanno presagire come finirà.
“Non vorrei dirglielo, ma nelle zone ad alto rischio, dove le nostre Forze Armate vanno a prestare soccorso, non ci si veste color arcobaleno con le piume, si indossa un’uniforme“. Eroi, li chiama, “altro che dittatori”. Eroi che sono sia uomini che donne, “ma forse Lei questo non lo sa“, continua la conduttrice, “occupata com’è a portare la figura di finta femminista impegnata da un salotto televisivo all’altro, tra podcast e dirette Instagram non ne ha davvero il tempo. Lo capisco“.
Rita Dalla Chiesa si chiede che cosa è che fa tanto paura nell’uniforme alla Murgia: “A me vien da pensare che Lei abbia un po’ la coda di paglia: forse lo sa da sé che nel parapiglia sinistroide della pandemia l’unica cosa da fare era mettere un po’ di rigore militare“.

 

Dopo aver confermato e ribadito che il linguaggio “da guerra” secondo lei sia il più adatto in una situazione di emergenza, la conduttrice conclude con un’ultima stoccata verso Michela Murgia: “Cara Murgia, le do un consiglio: torni in Sardegna a guardare il suo bel mare e la smetta di voler fare la rappresentante del politicamente corretto, non si diventa salvatori di un Paese con interventi irrispettosi e sciattamente perbenisti”.

Brad Pitt esce dalla clinica di Beverly Hills in sedia a rotelle: ecco cosa è successo

Brad Pitt esce dalla clinica di Beverly Hills in sedia a rotelle: ecco cosa è successo
cXgBXjKw
Hanno causato sorpresa, e poi anche sconcerto, alcune foto diffuse in esclusiva dal New York Post, in cui si vede Brad Pitt che lascia una clinica di Beverly Hills in sedia a rotelle. Ma, secondo alcune fonti vicine all’attore e citate dal giornale, non ci sarebbe nulla da temere, per la popolare star: si tratta solo del trauma post-operatorio dovuto a un intervento odontoiatrico.
Pitt, 57 anni, è stato immortalato assieme alla sua guardia del corpo, quasi irriconoscibile, con la mascherina e gli occhiali scuri. A quanto pare, ha dovuto rimuovere un dente del giudizio.

Angelina Jolie porta in tribunale Brad Pitt: «Era violento, ho le prove». E in aula manderà i figli a testimoniare

Pitt parteciperà, il prossimo 25 aprile, alla notte degli Oscar, assieme a tanti altri attori celebri, come Harrison Ford, Halle Berry e Reese Witherspoon. Per un simile evento, era proprio necessaria una “manutenzione del sorriso”.
La causa di separazione con la sua ex, Angelina Jolie, gli ha però distrutto ogni voglia di sorridere. L’attrice si starebbe preparando a chiedere la custodia dei sei figli della coppia, ed è pronta anche a colpi bassi pur di ottenerla.

Can Yaman sparisce dai social, dopo le nozze “saltate” con la Leotta

Can Yaman dice addio ai social e così si cancella improvvisamente da Instagram. Ecco le motivazioni del suo gesto che ha sconvolto tutti i fan.

Can-Yaman-Instagram-testo
Can Yaman si è cancellato da Instagram
È successo l’inevitabile, nonostante il dispiacere dei numerosi fan: Can Yaman si è cancellato da Instagram. Se ne sono accorti i followers che cercando il suo nome sulla piattaforma social non sono stati più in grado di rintracciarlo. Ma perché l’attore è sparito di social così improvvisamente? Ecco tutti i dettagli e le motivazioni del suo gesto.

L’attore Can Yaman, seguitissimo in tv e soprattutto sui social, ha giocato un brutto scherzo ai suoi fan e followers sui social. Da un giorno all’altro infatti Yaman ha disattivato il proprio profilo Instagram senza nessun preavviso, agendo nell’ombra.
Non è stata immediata la reazione dei seguaci, anche perché accorgersene è difficile: ci si rende conto della disattivazione di un profilo su Instagram solo quando specificamente lo si cerca e non lo si trova più. E proprio così è stato per i suoi tantissimi fan. Non ricevendo più notizie social dal loro attore preferito per più di un giorno, i followers si sono allarmati e hanno fatto così la triste scoperta.
Ma quali sono i motivi che hanno spinto Can Yaman ad una scelta così drastica?
Can Yaman: i motivi dell’addio a Instagram
Già il fidanzato di Diletta Leotta in passato si era cancellato dal suo account Twitter, dichiarandosi stanco del social. Il suo gesto ha quindi dei precedenti, ma questa volta l’attore non ha dato alcun preavviso. Motivo per cui in molti stanno ipotizzando che il suo account abbia subito un attacco hacker.
Ma l’opzione che sembra più plausibile è quella che sostiene che Can si sia stancato dei social.

 

Soprattutto dopo l’inizio della sua storia con Diletta Leotta infatti, Can Yaman è stato spesso al centro dei pettegolezzi, ricevendo talvolta anche molte critiche da parte di persone che lo accusavano di non provare sincero amore nei confronti della conduttrice di DAZN. Proprio sui social queste persone lo attaccavano, riempiendo la sezione dei commenti con parole negative o addirittura insulti. Certo, l’attore ha anche tantissimi sostenitori ma, molto probabilmente, non riusciva più a sostenere il peso delle critiche anche su Instagram. E così, gli ha detto addio.

Scontro bestiale tra Tommaso Zorzi e Platinette: “Ha iniziato il signor Zorzi…”

Scontro bestiale tra Tommaso Zorzi e Platinette: “Ha iniziato il signor Zorzi…”
Cosa succede tra Tommaso Zorzi e Platinette?
zorzi

Cosa succede tra Tommaso Zorzi e Platinette? Da settimane va ormai avanti la disputa tra i due: si scontrati al Maurizio Costanzo Show alcune settimane fa e da lì si è acceso un dibattito che non accenna a smettere. Tommaso Zorzi sostiene che Mauro Coruzzi avrebbe dovuto fare di più, parlando della legge Zan: in qualche modo secondo l’influencer Platinette rappresentava gli omosessuali. Ma Coruzzi ha spiegato: “A differenza di quello che può pensare Tommaso, se io non rappresento gli omosessuali italiani è perché non voglio rappresentare nessuno. Ciascuno di noi è fatto in maniera differente. Dato che mi hai promesso due sberle nella Casa del Grande Fratello vorrei sapere se hai ancora voglia di darmele”. Zorzi ha replicato senza colpo ferire: “Il mio discorso era molto semplice: se tu mi esci con delle interviste sulla legge Zan, la legge per i diritti… Tu parlavi degli omosessuali che si lamentano delle aggressioni omofobe e lo hai chiamato un vittimismo LGBT. Perdonami, ma nella posizione privilegiata in cui sei potevi esprimerti in maniera diversa, più clemente per la comunità LGBT”. Ma non è finita qui.

 
La lite tra Platinette e Tommaso Zorzi: ecco cosa sta succedendo
Platinette è tornato sulla questione rilasciando un’intervista a Novella 2000: “La polemica è partita dal signor Zorzi” ha spiegato. “Lo scontro riguarda un tema a me molto caro, la tutela dei diritti delle donne, le quali non meritano di essere utilizzate come semplici uteri in affitto…Tutto il resto è indiscutibile, ma se ti eleggi a difensore dei diritti…”. Coruzzi è stato molto chiaro, ci sarà una replica da parte di Tommaso Zorzi?

Kim Kardashian e il mistero del lato b: sparito sui social da più di un anno. Cosa sta succedendo?

Kim Kardashian e il mistero del lato b: sparito sui social da più di un anno. Cosa sta succedendo?
Certo, di quesiti ce ne sono tanti altri, e (molto spesso) più importanti. Ma da qualche tempo sui social “impazza” il caso Kim Kardashian. Ovvero, per dirla in maniera un po’ più diretta: dove è finito il lato b di Kim Kardashian? Su questo si interrogano i social dopo che molti internauti hanno fatto notare che la celebre star americana, moglie del rapper Kanye West, da cui starebbe divorziando, ormai da più di un anno non mostra più il lato b sui social. Proprio lei che sul suo posteriore ci ha costruito una carriera intera. Si, insomma, mentre la pandemia logora alla lunga la nostra capacità di intendere e di volere, alcuni fan della “regina del lato B” si domandano, evidentemte afflitti dopo un lungo lockdown, dove sia finito il sedere della propria beniamina.

kim kardascian

Tutti ricordano le immagini della Kardashian che mostra fiera un lato b prominente al punto da far pensare che potesse esserci stato l’intervento del chirurgo, tesi tra l’altro sempre smentita da Kim. Smentita anche da madre natura dopo la comparsa su tutte le riviste di una foto di lei al mare, in costume, con i chiari segni della cellulite proprio in quel sedere mostrato sempre così perfetto sui social. Immagini che in moltri avremmo preferito dimenticare, ma sulle quali altri – speriamo di non sapere mai chi – ha preferito interrogarsi.

La Kardashian, è stiusto ricordarlo, è stata vittima di body shaming in più occasioni per la sua caratteristica fisica, ma è stato anche uno dei motivi per cui è stata apprezzata dai followers e amanta dai suoi fan. Cosa l’ha spinta a nascondere una parte delle sue grazie? Il mistero si fa fitto anche perché i molti (così dicono) che si sono interrogati sulla questione non sono riusciti a darsi una spiegazione. E’ possibile che Kim non si piaccia più? Oppure che abbia deciso di dare un’altra immagine di se stessa? L’America – si fa per dire – si interroga.

Chiara Ferragni lancia la borraccia di lusso, sold out in 50 minuti. Ecco quanto costa. Fan furiosi: «Non è possibile»

Chiara Ferragni lancia la borraccia di lusso, sold out in 50 minuti. Ecco quanto costa. Fan furiosi: «Non è possibile»
Chiara Ferragni lancia la borraccia di lusso, sold out in 50 minuti. Ecco quanto costa. I fan: «Non è possibile». L’imprenditrice digitale ha lanciato un nuovo articolo firmato Chiara Ferragni Brand. Si tratta della borraccia glitterata realizzata in collaborazione con 24 Bottles. Borraccia andata sold out nel tempo record di 50 minuti.

ferragniborraccia

Ecco com’è descritta la “bottiglia glamour” sul sito Chiara Ferragni Collection: «Bottiglia termica riutilizzabile in acciaio inossidabile che mantiene le bevande fredde per 24 ore e calde per 12 ore. Il pattern glitterato e l’iconico eyelike rosa, la rendono l’accessorio estivo perfetto». Il costo della borraccia glitterata è di 39 euro.

Immediati i commenti dei fan sul profilo Instagram Chiara Ferragni Brand: «Ma è già tutto esaurito, non è possibile». E ancora: «Non sono riuscito a prenderla, non è giusto». E c’è perfino il commento di una mamma “disperata”: «L’avevo promessa a mia figlia se avesse preso dieci alla verifica di matematica, adesso come faccio?». Sul suo account Instagram, Chiara Ferragni ringrazia i follower: «Sold out in 50 minuti, siete stupendi».