Loading...

Fedez e Chiara Ferragni, la telefonata di Conte. «Ha chiesto aiuto a me e a mia moglie». Ecco di cosa si tratta

Fedez e Chiara Ferragni, la telefonata di Conte. «Ha chiesto aiuto a me e a mia moglie». Ecco di cosa si tratta

5533476_1925_chiara_ferragni_fedez_50
Il Presidente del Consiglio Conte chiede aiuto a Fedez e a Chiara Ferragni per evitare misure più restrittive nel corso della pandemia. Dopo la diretta di ieri sera il premier si è rivolto ai due influencer, che si sono dall’inizio della pandemia prodigati a dare un supporto alla lotta contro il covid, chiedendo di aiutare a sensibilizzare i più giovani all’uso della mascherina e ad adottare le regole di prevenzione consigliate dagli esperti.

A metterci la faccia è Fedez nelle sue Instagram stories che spiega: «Vi chiedo una trentina di secondi di attenzione perché devo passare un messaggio molto importante. Ieri abbiamo ricevuto una telefonata molto inaspettata: siamo stati messi in contatto col Presidente del Consiglio. Ci ha chiesto un aiuto da parte mia e di mia moglie. E se queste stories, anche in piccolissima parte, riusciranno a essere utili io non posso che esserne contento.

Ci è stato chiesto un aiuto sull’esortare la popolazione, soprattutto quella più giovane, all’utilizzo della mascherina. E io mi sto sforzando di trovare un modo di essere più convincente possibile. Probabilmente non esiste modo. Quello che posso dire è che ci troviamo in una situazione molto delicata.

E l’Italia non può permettersi nella maniera più assoluta un nuovo lockdown. E che in qualche modo il destino e il futuro dell’Italia è nelle mani della responsabilità individuale di ognuno di noi.

Con un semplice gesto potremmo in qualche modo evitare uno degli scenari più brutti che abbiamo già vissuto negli ultimi mesi. Quindi mi raccomando ragazzi: utilizziamo la mascherina

Fedez e Chiara Ferragni, la telefonata di Conte. «Ha chiesto aiuto a me e a mia moglie». Ecco di cosa si trattaultima modifica: 2020-10-20T07:48:18+02:00da shopper2000
Reposta per primo quest’articolo
Loading...

Add a Comment