Loading...

Eleonora Abbagnato, étoile verso l’addio: «La danza un terzo figlio. Fa parte della mia vita e ci sarà per sempre»

Loading...

Eleonora Abbagnato, étoile verso l’addio: «La danza un terzo figlio. Fa parte della mia vita e ci sarà per sempre»
eleonora-abbagnato_14162122
“In un balletto la donna deve essere molto forte, altrimenti non riesce a resistere per un’intera carriera”, Eleonora Abbagnato, 40 anni e prima étoile italiana dell’Opéra di Parigi, sottolinea la difficoltà del mondo della danza: “Il nostro è un ambiente molto competitivo. Devi essere la più brava, quella che merita il titolo di étoile, quella che i coreografi scelgono. È normale, è una gara che devi vincere per realizzare il tuo sogno”.

 

Tutto deve partire dalla passione, che non può essere trasmessa. “L’amore per la danza deve venire dalla bambina, non dalla mamma o dalle amiche – ha spiegato in un’intervista a “Oggi” – È un ambiente difficile, duro, e devi imparare a difenderti. Se lo fai solo perché lo dice la mamma, abbandonerai presto”.
Dopo una vita dedicata al ballo, a breve abbandonerà le scene: “Con la passione, se ami davvero quello che fai, non ti pesa mai il sacrificio. È come l’amore enorme delle madri per i figli: ti dà sempre la forza per andare avanti e non è mai stancante. Ecco, in un certo senso la danza per me è come un terzo figlio. Fa parte della mia vita e ci sarà per sempre”

Eleonora Abbagnato, étoile verso l’addio: «La danza un terzo figlio. Fa parte della mia vita e ci sarà per sempre»ultima modifica: 2019-03-15T13:53:31+01:00da shopper2000
Reposta per primo quest’articolo
Loading...

Add a Comment